Quel giorno di luglio

La resistenza dei tedeschi al regime criminale nazionalsocialista è un fatto accertato dalla storia. Molti tedeschi si ribellarono e pagarono con la vita il rifiuto della loro coscienza verso la barbarie nazista.

Esponenti del mondo politico (sopratutto dei partiti comunista e socialista), studentesco (in primis gli appartenenti all’organizzazione giovanile  Weiße Rose – Rosa Bianca), religioso (il pastore protestante Dietrich Bonhoeffer e il sacerdote gesuita Padre Rupert Mayer ma anche il vescovo cattolico di Münster Clemens von Galen detto “il leone di Münster”), civile (il circolo politico Kreisauer Kreis che faceva capo al giovane Helmuth James von Moltke) si opposero coraggiosamente al nazismo pagando, per la stragrande maggioranza, con la vita questa loro scelta.

Tra gli oppositori, i militari furono quelli che forse più tardi capirono il baratro verso cui stava dirigendosi la Germania hitleriana, ma senz’altro sono coloro che più furono vicini a salvarla dal disastro irreparabile con la pianificazione e l’esecuzione del colpo di stato e dell’attentato a Hitler il 20 luglio 1944 (nome in codice “Operazione Valchiria”) da parte del colonnello Claus Schenk Graf von Stauffenberg (1907 -1944). L’attentato fallì e la repressione nazista fu feroce: circa 200 cospiratori furono uccisi nei mesi che seguirono. Stauffenberg e i principali protagonisti della cospirazione vennero fucilati la sera stessa del 20 luglio.

Il 20 luglio è dunque una data importante per la storia tedesca ed è il giorno in cui in Germania si ricordano quei pochi che cercarono, con il loro sacrificio personale, di salvare il destino di molti. A testimoniare il legame tra tale data significativa e la Bundeswehr, le cui tradizioni richiamano i resistenti militari al nazismo, ogni anno in questo giorno un contingente di reclute giura fedeltà alla Repubblica Federale nel piazzale davanti al Parlamento tedesco (Bundestag).

Anche dal sangue di questi coraggiosi, che seppero preservarsi dalla mostruosità nazista e cercarono di combatterla, nacque la Germania libera e democratica che noi tutti oggi conosciamo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...