Forte e volenteroso

Tra i riformatori militari prussiani, che trasformarono tra il 1807 e il 1810 l’esercito prussiano di stampo federiciano in una potente e organizzata macchina bellica capace di sconfiggere le truppe napoleoniche, la figura del generale Karl von Grolman (1777 – 1843) è quella di maggiore energia e volontà.

Egli infatti oltre ad essere un uomo di pensiero (prese parte alla Militärische Gesellschaft – Società militare – fondata da Gerhard von Scharnhorste un riformatore militare (suo è il principio, ancora oggi in vigore, di far alternare l’impiego degli ufficiali tra il servizio di stato maggiore e il comando delle truppe), fu uno spiccato uomo d’azione. Grolman fece di tutto per combattere i francesi occupanti: partecipò alla fallita insurrezione antinapoleonica del Freiherr von Schill del 1809, poi si arruolò nell’esercito austriaco ed infine andò in Spagna a combattere i francesi a fianco degli insorti spagnoli.

Tornato in Prussia per partecipare alle Guerre di liberazione (Befreiungskriege) con l’esercito che lui stesso aveva contribuito a riformare, Grolman combattè nella battaglia di Lipsia nell’ottobre 1813 e, sopratutto, nella battaglia decisiva di Waterloo il 18 giugno 1815.

Negli anni successivi, continuò a interessarsi alle riforme militari, contribuendo a consolidare l’Istituzione militare prussiana fino all’arrivo sulla scena di un altro protagonista assoluto della storia militare tedesca: Helmuth von Moltke il vecchio (1800 – 1891).

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...