La diversa scelta possibile

Rudolf Jacobs (Brema 1914 – Sarzana 1944) era un ufficiale della marina militare tedesca che nel settembre 1943 farà una scelta di estremo coraggio: abbandonò la marina e aderì al percorso della resistenza a fianco dei partigiani italiani.

Etica, coscienza, coraggio e libertà esistenziale furono le ragioni che spinsero Rudolf Jacobs ad una decisione sicuramente eccezionale e profondamente sofferta ma indubbiamente libera e dunque vera.

Rudolf Jacobs disertò per entrare nella Brigata Garibaldi Ugo Muccini dove assunse il nome di battaglia “Primo”.

“Primo” trovò la morte il 3 novembre 1944 attaccando una caserma di fascisti a Sarzana (La Spezia). La cittadina ligure, di cui Jacobs è cittadino onorario,  lo ricorda e l’onora ancora oggi con una lapide nel luogo dove fu ucciso.

La lapide riporta la seguente iscrizione: “Illuminato dalla Dea Giustizia – riscattato dalla soggezione al bestiale furore teutonico – non defezione – ma eroica rivolta – portò il capitano della Marina Germanica – Rudolf Jacobs – primo nelle file dei partigiani sarzanesi – ad immolarsi per l’Italia – per la Libertà – Patria Ideale – Il 3 novembre 1944 – La civica Amministrazione – questo marmo vuole – nel luogo del sacrificio”

Dato per disperso dalle autorità tedesche, la moglie e i figli del capitano Jacobs (che lui credeva morti durante un bombardamento aereo) sepperò la verità solo nel 1957 quando l’ex comandante della Brigata Ugo Muccini Paolino Ranieri (a lungo sindaco di Sarzana) li rintracciò ad Amburgo.

Le vicende di Rudolf Jacobs sono narrate nel romanzo storico (e nel conseguente lungometraggio) di Luigi Faccini L’uomo che nacque morendo Ippogrifo 2006.

Per conoscere e non dimenticare mai.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...