La Commissione Weizsäcker

La Commissione Weizsäcker (ufficialmente Commissione per la sicurezza comune e futuro della Bundeswehr – Kommission Gemeisame Sicherheit und Zukunft der Bundeswehr) è stata una Commissione di riforma, voluta dall’allora Cancelliere federale Gerhard Schröder, che prendeva il nome dal Presidente emerito della Repubblica federale Richard von Weizsäcker che l’ha presieduta.

La Commissione Weizsäcker, formata da 19 membri espressione di diversi settori della società tedesca e  i cui lavori sono durati dal maggio 1999 al maggio 2000, ha elaborato un Rapporto sul futuro della Bundeswehr i cui contenuti sono stati, in parte, recepiti dal Libro Bianco della Difesa tedesca edito nel 2006.

In particolare, la commissione elaborò delle proposte per la riforma della Bundeswehr in ordine all’organizzazione, reclutamento, comando e controllo, addestramento, armamento e finanziamento.

Non è difficile pensare che, ancora una volta come già in passato, questa commissione nella sua opera abbia tratto ispirazione dell’esperienza dei  riformatori militari prussiani della Militär – Reorganisationskommission presieduta da Gerhard von Scharnhorst.

Ne è una prova, a parere dello scrivente, la proposta della Commisione Weizsäcker di non abolire la leva obbligatoria  (ancorchè ne proponesse la riduzione temporale a 10 mesi) a conferma del valore del concetto di Staatsbürger in Uniform (cittadino in uniforme) elaborato per primo proprio dai riformatori militari prussiani e da allora sempre confermato, anche se con diverse modalità,  dalle successive riforme militari tedesche.

Il mantenimento poi della leva obbligatoria (che per la Commissione avrebbe dovuto garantire l’arruolamento minimo di 30.000 soldati/anno) permetteva la costituzione di riserve di mobilitazione, cosi come pensato anche a suo tempo da Scharnhorst attraverso il cosiddetto Krümper System da lui ideato (si trattava in pratica di addestrare un certo numero di soldati, congedarli ma tenerli pronti al richiamo per ogni eventualità).

Sulla necessità di mantenere la leva obbligatoria  però la Commissione non é stata ascoltata e nel 2011 questa è stata abolita in Germania, dopo quasi 200 anni dalla sua introduzione (27 maggio 1814 da parte del Re Federico Guglielmo III di Prussia).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...