Speranze africane

Il recente tentativo di colpo di stato militare in Burkina Faso, del tutto ignorato dai Media italiani, e le conseguenti coraggiose proteste dei burkinabé (10 morti e più di 100 feriti), mi ha fatto riflettere sull’eredità storica e politica del capitano Thomas Sankara (1949 – 1987), Padre fondatore del moderno Burkina Faso (ex colonia francese divenuta indipendente nel 1960 con il nome di Alto Volta).

Salito al potere nel 1983 con un colpo di stato, avvió una radicale trasformazione e modernizzazione dello Stato e della società burkinabé. Di formazione marxista – leninista ma con uno spiccato amore per il suo popolo e la sua terra, combatté l’enorme povertà morale e materiale che affliggeva i suoi concittadini, conseguendo in pochi anni risultati eccezionali.

Pur sempre capo di una dittatura militare basata su un partito unico e per questo condannabile secondo i principi universali dei diritti dell’uomo, riuscì a immaginare un “nuovo uomo” che potesse comunque aspirare alla libertà e una “nuova comunità” tendente alla giustizia sociale.

Il suo sogno di modernità s’interruppe il 15 ottobre 1987 quando, a sua volta, fu destituito e ucciso da un colpo di stato organizzato da un suo stretto e fidato collaboratore.

Il suo ricordo ancora oggi é vivo e onorato dal popolo burkinabé, che, grazie all’esperienza storica di Thomas Sankara, non rinuncia a coltivare, nonostante tutto, la speranza di un futuro migliore per sé e per tutto il continente africano.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...