Il fidato di Bismarck

Il Generale Giuseppe Govone (1825 -1872) ha avuto un ruolo preminente nella storia delle relazioni politiche italo-tedesche. A lui infatti il Presidente del consiglio Alfonso La Marmora (d’intesa con il Re Vittorio Emanuele II°) affidò le trattative per l’alleanza italo-prussiana del 1866.

Valoroso soldato e ottimo conoscitore della lingua e cultura tedesca (era stato addetto militare sia a Vienna che a Berlino), il Generale Govone seppe conquistarsi la fiducia del cancelliere prussiano Otto von Bismarck (1815-1898) e riuscì a stipulare, nonostante un certo scetticismo della pubblica opinione e degli ambienti diplomatici, un’importante alleanza politico-militare che portò (con la sconfitta dell’Austria-Ungheria nella battaglia di Sadowa) alla Prussia l’unione degli Stati tedeschi settentrionali (Confederazione tedel Nord) e al Regno d’Italia il Veneto (nonostante la nostra sconfitta-per la seconda volta!- contro gli austriaci a Custoza).

Il Generale Govone raggiunse l’apice della carriera con la nomina nel 1869 a Ministro della Guerra ma dovette dimettersi per ragioni di salute poco prima della presa di Roma nel settembre 1870.

Ritiratosi a vita privata, morì ancora giovane (non aveva compiuto neanche 47 anni) ad Alba il 26 gennaio 1872.

Il figlio Umberto Govone, curò un libro dedicato al padre pubblicato dalla Casa editrice Casanova di Torino intitolato “Giuseppe Govone. Frammenti di memorie”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...