Il ricordo di un Ammiraglio

Passeggiando per il lungomare di Viareggio mi sono imbattuto casualmente in una targa che ricorda il sacrificio dell’Ammiraglio Inigo Campioni (1878-1944).

Viareggino di nascita, Campioni ebbe una carriera brillante che lo portó a comandare in mare la flotta italiana nei primi mesi della Seconda Guerra Mondiale.

Dopo le battaglie navali di Punta Stilo (9 luglio 1940- battaglia a cui partecipó pure l’Incrociatore “Raimondo Montecuccoli”) e di Capo Teulada (27 novembre 1940), lasció il comando della flotta per diventare Sottocapo di Stato Maggiore della Regia Marina.

Nella primavera del 1941 venne nominato Governatore di Rodi e del Dodecaneso. All’indomani dell’8 settembre 1943, venne catturato dai tedeschi, deportato in Germania e successivamente consegnato alle Autorità fasciste della Repubblica Sociale Italiana.

Fu processato insieme ad altri ammiragli (Mascherpa, Leonardi e Pavesi- quest’ultimi due in contumacia), condannato a morte per alto tradimento e fucilato a Parma il 24 maggio 1944.

Nel dopoguerra venne insignito della medaglia d’oro al valor militare (alla memoria) con la motivazione che si legge sulla targa viareggina.

Le sue spoglie riposano nel cimitero di Assisi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...