Ultima Verba

Il 12 luglio 1916, il politico trentino, campione della causa irredentista, Cesare Battisti (1875-1916), catturato con l’uniforme italiana di Tenente degli Alpini, viene condannato a morte per alto tradimento (i trentini erano allora sudditi dell’Impero asburgico), con esecuzione immediata. Insieme a lui viene catturato (e anch’esso giustiziato) il patriota italiano Fabio Filzi (1884-1916).

A Cesare Battisti è fatto divieto di scrivere, sicché l’ultima sua lettera ai familiari viene da lui dettata ad un Sottufficiale austriaco e indirizzata al fratello perché teme che la moglie, residente in Italia, non possa riceverla:

“Caro fratello!

Mi hanno condannato a morte. La sentenza sarà subito eseguita. Mando a te il saluto estremo, che non posso indirizzare alla mia famiglia. Portalo tu, quando potrai, alla mia Ernesta, che fu per me una santa, ai miei dolcissimi figli, Gigino, Livietta, Camillo, al nonno e alle zie, allo zio e alle mie sorelle, e alle loro famiglie. Io vado incontro alla mia sorte con animo sereno e tranquillo. Ai miei figli: siate buoni e vogliate bene alla mamma, consolate il suo dolore.”

Da lì a poco, Cesare Battisti verrà impiccato nel castello di Trento, immolando così la sua vita alla causa italiana ed entrando nella Storia nazionale con quella stessa testa alta che lo contraddistingue nel cammino verso il supplizio come l’ultimo eroe del Risorgimento.

Non è affatto sbagliato affermare che Cesare Battisti concretizzò con la sua opera, e ancor più, con il suo sacrificio quell’ideale mazziniano dell’indissolubità tra giustizia, libertà, nazione e popolo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...