Quando Federico divenne Il Grande

Federico II° di Prussia (1712 -1786) ascese al trono il 13 maggio 1740 alla morte del padre Federico Guglielmo I° (1688-1740), chiamato dai suoi sudditi il “Re Soldato” per la cura e l’importanza che riservava al suo esercito nonché per la marzialità della sua persona.

La Prussia del tempo era uno Stato forte ma piccolo; per questo la prima preoccupazione del nuovo Re prussiano fu d’ingrandire il territorio del proprio regno.

Invase dunque subito la Slesia (Schlesien in tedesco, oggi appartenente perlopiù alla Polonia, in parte minore alla Repubblica Ceca e solo in piccola parte residuale alla Germania), che al tempo apparteneva agli Asburgo, e se ne impadronì di un bel pezzo che gli fu riconosciuto con il trattato di Berlino del 1742.

Ma Federico voleva tutta la Slesia. Così nel 1744 iniziò di nuovo la guerra contro l’Austria che sconfisse grandiosamente nella battaglia di Hohenfriedberg del 4 giugno 1745 dove preponderanti forze austriache vennero battute da minori ma più agguerrite forze prussiane.

Con il Trattato di Dresda del 1745, Federico ebbe riconosciuto il possesso dell’intera Slesia in cambio dell’appoggio all’elezione ad Imperatore del Sacro Romano Impero di Francesco di Lorena (1708-1765), marito di Maria Teresa d’Asburgo (1717-1780).

Con l’importante conquista della Slesia (ricca di risorse agricole e minerarie), Federico ricevette dai suoi sudditi l’appellativo der Grosse (il Grande) con cui è passato alla storia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...