I guardiani della Sublime Porta

Il celeberrimo romanzo Il ponte sulla Drina dello scrittore premio Nobel per la letteratura 1961 Ivo Andrić (1892 – 1975), un grande affresco letterario che abbraccia un periodo che va dal XVI° al XX° secolo e che ha per sfondo un’affascinante Bosnia, narra anche di uno dei più famosi corpi militari della storia: i giannizzeri.

I giannizzeri, fondati nel XIV° secolo, costituivano la guardia personale del sultano ed erano formati per lo più da giovani cristiani provenienti dai territori balcanici occupati. I giovani, strappati alle loro famiglie, venivano portati a Costantinopoli/Istanbul dove erano convertiti all’Islam e sottoposti ad un addestramento militare rigidissimo.

Nerbo della fanteria dell’esercito permanente ottomano, furono temutissimi in battaglia e protagonisti assoluti delle grandi campagne di conquista della Sublime Porta (come era chiamata la monarchia ottomana), specie nell’Europa sudorientale.

I giannizzeri parteciparono anche alla battaglia e conquista di Otranto il 14 agosto 1480 da parte dei turchi (la città sarà poi liberata dalle forze cristiane il 10 settembre 1481).

Fieri avversari anche di Raimondo Montecuccoli nella Battaglia della Raab del 1° agosto 1664, vennero da quest’ultimo attentamente studiati e immortalati nei noti “Aforismi dell’arte bellica”.

Nel tempo, i giannizzeri assunsero un tale potere da costituire una minaccia per lo stesso sultano: più di una rivolta dei giannizzeri si risolse con la destituzione del loro protetto (come avveniva nell’antica Roma con i pretoriani nei confronti dell’imperatore).

Tale incombente minaccia, unita alla loro perdita di prestigio per le sconfitte subite contro i moderni eserciti europei, portò al loro scioglimento nel 1826 da parte del sultano Mahmud II°. Non fu però un fatto indolore: i giannizzeri si rivoltarono per l’ennesima volta ma la rivolta fu soffocato nel sangue dalle truppe fedeli al sultano.

Ciononostante,  il mito della grandezza militare dei giannizzeri persiste fino ai nostri giorni, tramandato dall’epica delle principali battaglie dell’occidente contro l’impero ottomano, rimanendo uno dei corpi più prestigiosi dell’intera storia militare moderna.

Annunci

One thought on “I guardiani della Sublime Porta

  1. Auguri di buon onomastico!
    E vista la destinazione in partibus infideliis ne hai proprio bisogno!
    E ricordati che non è solo il tuo patrono, ma anche quello della nostra cara patria.
    Auguri e un abbraccio!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...