I pilastri dell’autorità

Nelle Forze Armate l’autorità è espressa dal grado rivestito e dall’incarico assolto. L’insieme dei gradi (che normalmente vanno da Soldato a Generale) forma la gerarchia militare.

In un’organizzazione militare ideale, maggiore è il grado, più alto è il compito d’assolvere.

Al grado e al compito è connessa la responsabilità del singolo verso l’organizzazione: più elevato è il grado, tanto più alto è il compito, maggiore è la responsabilità.

Questi principi funzionali sono inderogabili se si vuole garantire il migliore funzionamento dell’Istituzione militare (in verità, valgono per ogni tipo di organizzazione, indipendentemente dalla sua natura e dagli scopi che persegue).

L’autorità, generalmente acquisita o conferita formalmente, non può essere esercitata da chi la detiene se non viene riconosciuta dai membri dell’organizzazione, subordinati in primis ma anche (entro certi limiti) dai superiori nella gerarchia. Perchè questa autorità venga riconosciuta, occorre che chi l’esercita sia ritenuto credibile e tale credibilità deriva solo dalle proprie qualità personali e professionali.

Le qualità personali nascono dai valori che si professano e si praticano; quelle professionali dalla formazione ricevuta.

In definitiva, non c’è autorità senza etica e formazione, veri pilastri di ogni superiore militare ad ogni livello.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...