La nascita della Prussia

Nel 1657 Carlo X di Svezia (succeduto alla regina Cristina che aveva abdicato al trono e si era convertita al cattolicesimo) intraprese una campagna militare finalizzata a conquistare la Polonia e ad espandere l’influenza svedese nel Baltico. Già nel 1655, l’aggressivo re aveva attaccato vittoriosamente la Danimarca ed ora minacciava seriamente di sconvolgere lo Status Quo nell’Europa del Nord.

L’Imperatore Leopoldo I di Asburgo, alleatosi con Olanda e Inghilterra, decise d’intervenire per bloccare il pericoloso espansionismo svedese ed affidò il comando dell’esercito a Raimondo Montecuccoli, nel frattempo nominato Feldmaresciallo.

Il Montecuccoli intraprese una campagna che portò alla liberazione di Poznan e Cracovia. Grazie alle sue abili e riconosciute doti diplomatiche, Raimondo Montecuccoli convinse poi il Brandeburgo a sciogliere l’alleanza con gli svedesi e ad unirsi all’Impero contro l’antico alleato. Il Meklemburgo, l’Holstein e lo Jutland vennero così liberati dalle truppe imperiali e brandeburghesi comandati da Montecuccoli. La Danimarca venne liberata e la Svezia duramente sconfitta.

Con la pace di Oliva del 3 maggio del 1660 l’Impero rafforzò la propria sicurezza ed egemonia alle sue frontiere settentrionali e la Prussia (comprendente il Brandeburgo) venne riconosciuto come Ducato indipendente, nell’ambito del Sacro Romano Impero, sotto la sovranità della casa reale dei Hohenzollern che regnerà (la Prussia prima e la Germania dopo) fino al 1918.

Un altro importante e storico successo da ascrivere alle capacità militari e diplomatiche del grande condottiero modenese.

Annunci

2 risposte a "La nascita della Prussia"

  1. Per chi come il sottoscritto negli anni ha perso le nozioni sulla storia dell’Europa, che è anche la nostra storia, è un grande piacere scoprire che qualcuno se ne occupa con tanta passione e grande competenza.
    Ed è un servizio altrettanto grande mettere a disposizione di tutti le proprie competenze come sta facendo il Col. Di Santo.
    Grazie!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...