+++News: nuovo Comandante EUTM RCA+++

Il Consiglio politico e di sicurezza dell’Unione Europea ha nominato il Generale belga Herman Ruys nuovo Comandante della European Union Military Traning Mission in the Central African Republic (EUTM RCA) basata a Bangui.

EUTM RCA, istituita il 16 luglio 2016, ha l’obiettivo di assistere e modernizzare, in senso di effettività, inclusività e Governance democratica, le Forze Armate Centrafricane.

Insieme a EUTM Mali e EUTM Somalia, EUTM RCA rappresenta una missione militare di Security Sector Reform (SSR) promossa e condotta dall’Unione Europea.

Annunci

++News: Nuovo Comandante EUTM Mali++

Il Generale di Brigata della Bundeswehr Franz Xaver Pfrengle è stato designato dal Consiglio dell’Unione Europea nuovo comandante della missione European Union Training Mission in Mali (EUTM Mali). Il Generale Pfrengle assumerà il comando il prossimo 1° agosto e sostituirà il Generale di Brigata spagnolo Alfonso Garcia – Vaquero Pradal in carica dal 1° ottobre 2014.

L´EUTM Mali, costituita il 20 febbraio 2013 dopo una decisione del Consiglio europeo, ha il compito di addestrare le Forze Armate del Mali nell’ambito dell’attività di SSR (Security Sector Reform) avviata dall’Unione Europea a favore del governo del Mali. EUTM Mali ha una forza di circa 560 militari provenienti da 25 Stati (di cui 23 dell’U.E.) ed un Budget annuo intorno ai 27 milioni di euro.

 

Security Sector Reform- SSR

Il Security Sector Reform – SSR è un tema poco conosciuto dall’opinione pubblica in Italia. Il SSR un’ attività, nata negli anni ’90 nell’ambito dell’avvento della democrazia in molti Paesi dell’Europa orientale, finalizzata a riformare il settore sicurezza di uno Stato secondo principi non solo operativi ma anche rispettosi delle libertà e dei diritti dei singoli cittadini, affinchè le Forze Armate nazionali possano favorire, anzichè ostacolare, il processo di transizione democratica del nuovo Stato.

Il SSR è un’attività generalmente appartenente al processo di State Building all’indomani della nascita di un nuovo Stato (per esempio, Timor Est 2002) o di riforma di uno Stato in seguito ad una grave crisi socio-politica (per esempio, Libia 2012). E´un’ attività in cui l’Istituzione militare italiana ha e potrebbe avere un ruolo ancora più grande in futuro. Attualmente, personale militare italiano è impegnato, nell’ambito di operazioni a mandato europeo (EUTM – European Union Training Mission), nell’addestramento di militari del Mali e della Somalia, e si è da poco conclusa con successo l’attività d’ addestramento di 270 militari libici ad opera di addestratori dell’esercito italiano. Sono questi contributi importanti e concreti al processo di stabilizzazione e ricostruzione di Paesi secondo quei canoni di democrazia e libertà che rappresentano i fondamenti del nostro ordinamento costituzionale, al quale l’Istituzione militare italiana da sempre s’ispira.